domenica 4 febbraio 2018

L'invasione dei goti


Iniziando Angelo a Saga facciamo una partitina a 4 punti, io gioco i tardo romani che porterò a Novegro, ovvero i mercenari aquiloniani (in basso nella foto successiva da destra a sinistra):
  • warlord a piedi
  • 8 guardie del corpo a piedi
  • 10 guerrieri a piedi
  • 6 guerrieri arcieri
Angelo invece decide di giocare i Goti e schiera (in alto da destra a sinistra):
  • warlord a piedi
  • 4 guardie del corpo a piedi
  • 2 unità da 6 leve arcieri
  • 2 unità da 8 guerrieri a piedi
Scegliamo due elementi scenici a testa per cui io piazzo una collina (spostata da Angelo) ed un bosco mentre Angelo piazza un secondo bosco ed un'area di rovi.


Come missione scegliamo la classica “botte da orbi” per cui io schiero (da destra a sinistra) i miei guerriei a piedi con dietro il mio warlord, nel bosco alle spalle gli arcieri ed infine le guardie del corpo. La mia tattica è molto semplicemente due forze di aggressione con gli arcieri al centro per dar fastidio al nemico (ma saranno troppo indietro per essere efficaci).
Angelo invece schiera un'unità di arcieri, una di guerrieri, le guardie del corpo che schermano il warlord e poi ancora un'unità di arcieri seguita da una di guerrieri.


Primo turno romani: non voglio avvicinarmi troppo per essere caricato subito al primo turno per cui a destra i guerrieri salgono sul colle seguiti dal warlord mentre a sinistra le mie guardie del corpo si posizionano di fronte agli arcieri nemici. Il piano è cercare di eliminare per prime le unità più debole cercando di assottigliare più velocemente il nemico di quanto questo contrattacchi.


Primo turno goti: entrambe le unità di arcieri aprono il fuoco contro i miei ma nessun uomo cade! Quindi un'unità di guerrieri avanza per coprire gli arcieri vicino al colle.


Secondo turno romani: sul fianco sinistro le mie guardie del corpo falciano gli arcieri (affaticando le unità nemiche limitrofe) perdendo un unico uomo mentre a destra uccido ben cinque guerrieri (la foto è unica per i due turni per cui sono segnate anche le perdite del turno nemico).
Seconto turno goti: il contrattacco dei goti viene firmato dalle unità di guerrieri che mi uccidono quattro guardie del corpo, venendo dimezzati dai miei, e tre guerrieri, anche qui ne rimandono in vita due.


Terzo turno romani: mentre a sinistra le guardie del corpo non riescono a concludere nulla e vengono respinte senza nemmeno un morto da nessun lato, a sinistra i miei guerrieri falciano i guerrieri nemici mentre il mio warlord si prepara a caricare le leve nemiche.


Terzo turno goti: è chiaro che a sinistra la fortuna abbia abbandonato i romani che cadono sotto i colpi dei goti ma almeno si portano con se da Ade anche le guardie del corpo barbare! A destra le leve cercano di caricare i miei guerrieri ma perdono un uomo contro il muro di scudi romani.


Quarto turno romani: finalmente gli arcieri romani avanzano, i barbari si sono sempre tenuti troppo distanti da loro, mentre a destra anche con il supporto del warlord non riesco a cancellare le leve barbare.


Quarto turno goti: dal canto loro i goti si riposizionano cercando di dare man forte agli arcieri.


Quinto turno romani: e finalmente gli ultimi arcieri cadono sotto l'acciaio di Roma!


Quinto turno goti: non riuscendo a caricare i miei guerrieri si riposizionano pronti a sostenere la carica romana.


Ultimo turno romani: gli arcieri non riescono ad uccidere nessuno ma i guerrieri con l'aiuto del warlord riescono ad uccidere due goti.


Ultimo turno goti: i goti caricano con tutto quello che rimane i guerrieri romani che non cedono il passo ed abbattono gli ultimi guerrieri. Il warlord dei goti abbandona il campo ricoperto dal sangue dei suoi uomini. Vincono i romani 15 punti (4 per le 4 guardie del corpo, 8 per i 16 guerrieri e 3 per le 12 leve) a 11 punti (8 per le 8 guardie del corpo e 3 per i 6 guerrieri).


Direi banda per Novegro decisamente promossa a pieni voti e Angelo molto interessato al gioco, due obbiettivi su due compiuti!