sabato 21 ottobre 2017

Zogar Sag e Constantius

Ed ecco terminato anche il resto dei lavori sulla mia scrivania!


Cominciando dagli elementi scenici di contorno al gioco per i candelabri (nella foto seguente quattro ma sono cinque) ho optato per uno stile molto semplice per un color legno naturale perché mi sarebbe piaciuto anche dipingerli laccati di rosso ma non ho del trasparente lucido sotto mano per cui non sarebbero risaltati come avrebbero dovuto.
Per il sarcofago invece ho optato per della pietra nera liscia con i dettagli dorati.


I due cumuli di teschi si sono dipinti quasi da soli, sono solo ossa per cui non ho fatto altro che deporre strato su strato partendo dal marrone scuro fino al bianco.


In quanto a Zogar Sag, lo sciamano pitto, all'inizio pensavo di tatuarlo anche lui ma è troppo magro e avrei coperto troppo il suo esile corpo per cui l'ho lasciato più semplice possibile ricoprendo di sangue la mano che tiene il cuore. Ho anche pensato di colorare col sangue anche la lama della lancia però ho pensato che probabilmente aveva usato un pugnale per estrarre il cuore, la lancia non è comoda per un taglio preciso, e questo mi permetteva di non ricoprirlo quasi completamente di sangue.



Per ultimo Constantius, ho deciso di dipingere l'armatura come pelle nera per risaltare lasciando color cuio solo le strisce che uniscono le varie parti. Per il gonnellino ho optato per il rosso e tutti gli elementi di metallo un bel rame brillante tranne la mazza sulla quale ho usato il ferro scuro.




Prossimi progetti la squadra della sorellanza che ho appena recuperato per poterla usare in SWA. Siccome userò il primer giallo-sabbia colorerò anche le tende e per fare spazio colorerò anche i non morti della Reaper che essendo confezionati singolarmente ne occupano parecchio e direi che lo spazio a disposizione sul piano di lavoro è bello che finito...