lunedì 27 marzo 2017

Ainariel, la regina banshee

Ho terminato il secondo modello che ho vinto agli Golden Phoenix: Ainariel, un'elfa arciera in una posa molto dinamica in 32 mm (così dichiarano ma secondo me è molto vicina ai classici 28-30 mm).
Questo modello è correlato ad una carta patina che mostra la foto espositiva e sul retro lo schizzo a matita sempre del modello. Mentre il modello in 75 mm mi è sembrato molto pesante e con pochissimi dettagli questo è esattamente l'opposto! Molto sottile e pienissimo di rilievi.
Rispetto alla foto espositiva mi sono subito reso conto che non sarei mai riuscito a dipingere tutti i dettagli così sottili, addirittura il modello presenta il trucco attorno agli occhi in tre colori ma ho fatto fatica a dipingere l'occhio con un pennello da cinque zeri... Non avendo in mente un armata elfica perché ho smesso anche di giocarli a Hordes ho preferito dipingerla in versione non morta.
L'idea di base era di farmi una mia “regina banshee” come Sylvanas di Warcraft, una comandante elfa arciera battuta e catturata da un cavaliere non morto e resa sua tenente non morta.
Come Sylvanas ho optato per un abito di un unico colore, soprattutto perché mi è difficile separare i vari panni, e quindi ho optato per il mio classico blu di prussia con ghirigori giallo-bianchi. L'arco e la faretra sono entrambi rossi mentre per la pelle mi ritengo soddisfatto dalla pelle necrotica della Army Painter (pelle necrotica, inchiostro verde, pelle necrotica e luce finale con un mix 1:1 pelle necrotica e bianco).
L'ho imbasettata su una basetta 20 x 20 mm così posso usarla come comandante di unità, l'idea è di rendere oggetti magici delle unità con un modello decisamente eroico. In questo caso la mia Ainariel, la regina banshee, equivale all'oggetto magico “War-bow of Kaba” o a qualcosa di simile.
Prossimo progetto sono le prime sei blood dancer, sei vampire in abiti fin troppo pomposi per il combattimento, ma è tutta scena.