venerdì 9 dicembre 2016

Custodian guard

Ho partecipato ad un fast paint contest organizzato dal negozio Elysium di Bergamo dedicato alla Horus Heresy, per questo il soggetto è un custodian guard al quale potevi montare l'opzione arma che preferivi. Ho scelto la lancia, come tutti, perché sia il loro scudo che lo spadone sono enormi e personalmente avevo il timore che coprissero troppo il modello.
Nota personale sul montaggio: maledette braccia! O meglio maledetti progettisti che non hanno pensato a degli incastri, ci sono su tutti i particolari (aggancio del pennacchio all'elmo, tra le due metà del busto e tra la gamba singola ed il resto del corpo) ma le connessioni delle braccia sono completamente piatte.
Ok, questo permette di avere delle conversioni molto semplici, ma almeno un incastro sui gomiti potevano anche permetterselo...
Ho deciso di non usare colori metallici, ne tanto meno di seguire la pomposa colorazione oro-porpora delle guardie personali dell'Imperatore, quindi ho scelto per un bel rosso & bianco che avevo già sperimentato sul mio shield breaker con pennacchio e le frange di cuoio che coprono l'inguine di blu scuro.
Il modello è quasi completamente ricoperto di basso rilievi semplici da dipingere e quindi ho deciso di risaltare quest'ultimi al posto della forma precisa delle placche, scelta sbagliata ai fini della gara però personalmente mi garba. Il modello visto anche da una certa distanza, quella del tavolo di gioco, risalta bene.
Come molti modelli GW che vogliono essere gotici anche questo è ricoperto di gemme, dieci in totale, e per staccare dal rosso le ho dipinte in verde. Ho deciso di usare toni scuri per le gemme per non renderle punti luminosi, forse avrei potuto osare ma avrei dovuto scegliere un altro colore per l'armatura tipo un grigio con punti luminosi azzurri.

L'ultima foto è un WIP prima dell'ultimo controllo, a casa il giorno dopo mi sono accorto che mi era sfuggito un puntino grigio sul bavero...