domenica 2 ottobre 2016

La macchina del fato

Ogni scusa è buona per uno scontro veloce a Pulp Alley, uno dei pochissimi giochi che con un paio d'ore te la cavi egregiamente, soprattutto quando la banda è già pronta perché stai partecipando ad una campagna e questa è una partita extra!
Il mio MIC si è ancora scontrato contro gli angeli di Mimmo, che scrivi angeli ma sono veri mostri, tanto è vero che la gang sono “mostri”, l'aquila è un altro “mostro”...
Tiriamo a caso gli obbiettivi e la missione, è uscito che al centro del tavolo, a tema tribale, c'è una strana macchina che ha a che spartire con il flusso del fato. Per prendere questo plot point principale la propria banda deve avere almeno un altro plot point secondario che sono:
  • in basso a destra una strana conduttura da chiudere, che sia un qualche strano sistema di sicurezza?
  • un tesoro maledetto, custodito dalla tribù locale di fronte al teschio ghignante scolpito nella roccia
  • un messaggio in codice nascosto in una piccola alcova nel colle (è talmente piccolo che non si vede nelle foto)
  • e per finire tre stranissimi barili di gas, non specificato quale, che per qualche arcano motivo hanno a che spartire con questa tribù primitiva! Lo trovate in alto a destra
sparpaglio la mia banda per il campo mentre Mimmo preferisce tenerla più coesa al centro.
Terrificanti sono il teschio ed il plot maggiore, questo ce ne siamo bellamente dimenticati! Estremamente pericolosi ci sono le tende, abitate dai primitivi locali terrorizzati, e tutto il monte centrale.
Primo turno: mentre il Sgt Stallion viene buttato a terra dal sidekick degli angeli, questo mio modello è abbastanza spinoso da attirare sempre il sidekick degli angeli, il resto della mia banda si avvicina ai plot point secondari anche se il mio capitano viene ferito dal tiro a tradimento della leader degli angeli. Entrambi il mio capitano ed il dottore prendono un terrore per il volto di pietra. Il santo della banda angeli inciampa in una mina e cade fuori gioco.
Secondo turno: Supergatto riesce a sgrafignare sotto al naso dei putti i barili di gas mentre il tenente Norris riesce a chiudere il condotto. Il sidekick degli angeli ce la mette tutta per buttare fuori gioco il sergente mentre con i miei due personaggi sotto al teschio mi allontano, il dottore a causa del suo terrore.
Terzo turno: Supergatto viene sopraffatto dai putti che gli rubano i barili! Nel contempo riesco solo a spostare i miei personaggi tranne il medico che cade sotto i colpi dei terrificati selvaggi, si è avvicinato troppo alla tenda...
Quarto turno: mentre i putti si danno alla fuga, la loro leader prende il plot principale, come ho detto prima ci siamo dimenticati bellamente del terrore... Entrambi i sidekick cercano di prendere un obbiettivo secondario ma mentre il tenente Norris ci riesce, l'angelo non è così fortunato.
Quinto turno: i putti escono dal colle in linea di vista del tenente, che con una mitragliata ne uccide tre lasciando gli altri due alla fuga! Il sidekick angelo riesce a prendere l'ultimo plot point.
Ultimo turno: con la leader degli angeli in fuga, come se potessi seriamente danneggiarla, il capitano Marduk da la caccia alla sidekick angelica buttandola a terra fuori combattimento! 
Perdo, comunque, tre punti a due tra l'altro tutti in mano allo stesso modello ovvero il mio tenente Norris, vero pezzo-partita! Due plot point e la gang distrutta.



Il tenente Norris corse in direzione del capitano che stava sorreggendo il sergente Stallion fasciato alla bell'e meglio.
<Signore purtroppo gli angeli sono fuggiti con quella strana macchina... Sono veramente dispiaciuto per il mio fallimento.>
<Non si crucci tenente, abbiamo con noi il tesoro di questi selvaggi e campioni di quella strana sostanza. Sicuramente gli scienziati della divisione Hydra sapranno trarne grande profitto.>

Con passo tranquillo ecco anche il dott. Watson raggiunge il trio mentre cerca di convincere Supergatto a smettere di giocare con una piuma di pitto.

Non è ancora giunta la comunicazione del prossimo dispiegamento, forse si potranno concedere un altra piccola deviazione prima di dover continuare l'investigazione ufficiale sul caso Darrow.