sabato 20 agosto 2016

Gli zombi non bastano mai

Ho terminato il mio “proposito per l'estate”, ovvero i dieci zombi di Confrotation che sono riuscito a recuperare ad un mercatino. Quando li ho comperati pensavo che fossero scheletri ma montandoli e pulendoli ho visto che avevano addosso un po' troppa carne per essere scheletri...
Quindi ho fatto una piccola ricerca delle foto storiche e si, sono zombi! Di loro avrebbero basette 25x25 mm, Confrotation era decisamente un 30 mm che strizzava l'occhio al 32 se non addirittura alcuni modelli al 35 mm per cui avevano un imbasettamento adeguato. Volendoli usare per Kings of War ho utilizzato le basette che erano dentro la scatola di fanti crociati, ho quindi fatto due basette 40x60 mm con tre zombi, una sempre 40x60 con lo zombi diviso in due parti e con due basette 20x20 mm per completare la dimensione del reggimento.
Le due basi con tre zombi sembrano avere una direzione propria ma è un caso, ho montato i modelli casualmente confidando nelle pose dinoccolate di questi zombi.
Come già mi era capitato con altri modelli di Confrotation anche qui, e per fortuna con un unico modello, il vero punto debole di questa casa sono le caviglie! Durante la pulizia una si è spezzata (su nove paia mi ritengo ancora fortunato!).
Siccome sono molto “secchi”, non sono zombi freschi di giornata, ho deciso che potrei usarli anche come mummie oltre che come zombi, almeno fino a quando non trovo modelli decisamente più mummificati!

Prossimo progetto tre luponi di Wrath of Kings, ho deciso di dipingerne un po' per volta per non perdermi troppo. I modelli sono anche in pose decisamente differenti uno con l'altro per cui il dividerli mi permette di caratterizzarli e dipingerli volta per volta con piccole differenze e non farli tutti identici tra loro.