martedì 11 agosto 2015

Miyamoto Musashi

Quando l'ispirazione chiama si può terminare un modello in poco tempo, come nel caso del mio Miyamoto Musashi.
Fin da quando l'ho visto questo modello mi ha catturato l'immaginazione per la posa classica e da come sono riusciti benissimo a fondere il vestiario tradizionale giapponese con un'armatura futuristica.
Tra i dettagli dell'armatura sicuramente il retro del carapace ma anche il bracciale destro con il simbolo dello Yin e Yang che ho dipinto nella versione Wu Tang blu e bianco.
Le vesti sono dei classici colori “da passeggio” dei ronin, ovvero i pantaloni neri (che tendono al blu come tutta la mia fratellanza) e la veste in blu. L'armatura, per richiamare i miei Doomtrooper, è gialla per cui per il resto ho scelto colori che rientrassero in questi tre.
Ovviamente Musashi è nipponico per cui i capelli sono neri, anche se essendo fantascientifico avrei potuto sbizzarrirmi con colori accesi ma il richiamo al classico nell'abbigliamento non mi ispirava in tal senso.
Avevo anche pensato di ritrarlo come è stato dipinto all'epoca, ma quelle sete sono troppo intricate da dipingere!
Un po' fuori posto, forse, sono le scarpe che mi sembrano un po' sproporzionate, ma magari è solo una mia impressione.
Prossimo progetto i miei fanti templari, mi sono deciso di dipingerli in quattro unità da 6 modelli!