martedì 2 giugno 2015

Ufficiale Sarah Anderson

Terminata anche l'ufficiale Sarah Anderson della Micro Art Studio.
Questa casa è specializzata in pezzi di modifica e basette ma ha anche un discreto range fantasy ed un minuscolo range sci-fi nel quale risalta questa donzella.
Non so se sia nata prima lei o la loro gamma di basette con le scale, ma ovviamente non puoi non montarla sulla basetta con la scala con cui è fornita (hanno molte “scale” possibili, la scelta è casuale).
Essendo fantascientifica l'ho dipinta ovviamente con i colori della mia fratellanza! In questo caso le piastre dell'armatura erano a prescindere nere/blu, quindi mi erano rimasti da scegliere le vesti, i molti cordini/imbragature e gli stivali.
Ho optato per le vesti rosse con gli stivali bianchi lasciando il resto nero/grigio sperimentando per la pistola un mix di grigi più chiari.
Essendo chiaramente un ufficiale di polizia, o comunque di qualche forza dell'ordine, me la sono immaginata come un membro delle forze di sicurezza navali! Ho molto meditato se mettergli qualche simbolo o scritta, ma poi ho pensato che il modello è già bello pieno di piccoli dettagli con le molte imbragature e i danni/graffi nelle molte sezioni dell'armatura per cui ho optato per una piccola croce sulla ginocchiera destra e a due strisce rosse sugli spallacci. Ad una prima versione ero rimasto molto scuro ma siccome non si vedevano bene (o quanto meno io non vedevo bene) le varie placche ho ripassato i contorni in luce.
Ho provato anche una tecnica letta sulle riviste della Wyrd per i capelli, provando dei colpi di sole che dovrebbero essere più realistici. Parlando di “bellezza” lascio ai posteri l'ardua sentenza...
In compenso ho provato anche a mettere una goccia di inchiostro rosso sulle labbra per rendere l'idea del trucco leggero così come ho dipinto gli occhi bianchi sopra un'ombra nera e devo dire che il risultato mi piace.
Prossimo progetto, per rompere un po' con la fantascienza, il mortaio da 3” dei commandos che avevo comprato l'anno scorso a Novegro, direi che è da un bel po' che aspetta!