domenica 19 gennaio 2014

Uno spartano è per sempre

Finalmente terminati anche i lancieri della Wargames Factory!
Come dicevo con gli arcieri, questo kit permette veramente di fare qualsiasi cosa con i propri modelli, anche troppo, per cui il montaggio è la parte più lenta però ti permette di fare pose molto diverse una dall'altra.
In questo caso io ho preferito cercare di rendere l'idea di marionette d'ossa. Quindi questo reggimento è alquanto scompaginato anche se le file sono ordinate. Ci sono scheletri sbilanciati in avanti, in dietro oppure di lato, per non parlare delle altezze che risultano non in linea tra loro nonostante i modelli siano tutti alti uguali.
Ecco un velocissimo confronto con gli arcieri, devo proprio dire che avere gli scheletri “nudi” aiuta parecchio nella pittura permettendoti di poterti concentrare sul montaggio.
L'ultimo è un confronto fra uno scheletro Games Workshop, Mantic e Wargames Factory.
Non fatevi trarre in inganno dalle basette diverse, che effettivamente rubano un po' in altezza, e le diverse tipologie di armature (la Wargames sono appunto nudi) la vera differenza sono la grandezza delle armi.
La Games Workshop fa modelli da gioco dedicati ai fanciulli per cui ha armi di dimensioni spropositate, la larghezza della lama della spada è paragonabile alla testa, mentre la Wargames Factory usa le armi dei suoi kit storici per cui perfettamente in scala. La Mantic utilizza un'ottima via di mezzo avendo dimensioni che permettono un'ottima colorabilità senza raggiungere dimensioni estreme alla Games Workshop.
Tra l'altro oggi ho preso l'occasione per dipingere i due ref-bot e le palle di Dreadball associativi.
Le palle le ho dipinte esattamente come presentate nel gioco: argento ed una mano di lavatura blu. Veloce, pratico e di ottima resa finale.
Le due ref-bot invece ne ho dipinta una grigio-bianca con due righe arancio sulle spalle mentre l'altra rossa con tutte le giunture blu.
Entrambi gli schemi di colore hanno l'unico scopo di rendere ben visibile l'arbitro ai giocatori di questo sport iper-veloce!
Ma tornando a noi, o meglio a me, prossimo progetto sul tavolo di lavoro: maestro degli space marines del capitolo degli Angeli oscuri. Modello recente ancora in metallo che avevo trovato ad una fiera l'anno scorso ad un prezzo accettabile.

L'ho preso perché comunque è un bel modello e in secondo luogo non adoro i personaggi speciali senza elmo per cui come secondo comandante per WarRebel sarà un'ottima aggiunta.