sabato 28 dicembre 2013

Ed infine l'acqua!

Ultima partita della campagna interna “L’acqua è un bene essenziale ma… mortale” di “Mutants and death ray guns”.
Prima di tutto, finalmente una campagna terminata!!! Alleluia! Allora è possibile!!
In secondo luogo prima di cominciare il report devo ringraziare tutti i partecipanti a questa campagna per cui Francesca con i suoi mutanti-orchi, Federico ed i suoi umani, Mario con i suoi umani che sono divenuti tutti dannati e Pierpaolo con le sue famigerate piante mutanti.
Per chiunque fosse interessato a vedere le statistiche delle bande e avere informazioni sulla campagna vi consiglio di seguire questo link.
L'ultima missione prevedeva di recuperare un pesante artefatto (due azioni per fare un movimento quando lo si raccoglie e non si può combattere) per l'estrazione dell'acqua all'interno di una fabbrica in rovina. Ogni giocatore parte da una collina sul bordo tavolo e solo qualche bosco li separa dalla rovina. Tiriamo per decidere la scelta della collina e ognuno sceglie la collina di fronte a se, molto semplice!
Prima banda a cominciare sono i Desert Ghost II di Federico, che corrono verso la fabbrica cercando riparo nel bosco verso i mutanti-orchi e guadagnando una buona distanza dai miei robot.
Quindi è la volta de gli osservatori, la banda di mutanti-orchi, che a lunghe falcate raggiungono l'ingresso della fabbrica.
I membri della Rose corp., la banda di dannati, si fermano dopo che il primo scende dalla collina.
Ma il giardino del dottor Bishop, ovviamente le piante mutanti, non fa nemmeno quello. Il sole è proprio caldo quest'oggi!
È la mia volta! La mia androide tiratrice ed il robot furtivo scendono dalla collina calandosi dal lato pericoloso, senza rompersi nulla, mentre gli altri tre si dirigono verso il giardino delle piante mutanti e aprono il fuoco uccidendo sia il cespuglio che genera granate che l'unica pianta umanoide, perdendo il fucile d'assalto, ma ne è valsa la pena! Ottimo colpo che fa scappare in ritirata le piante, senza umanoide non possono più finire la missione.
Secondo turno, ancora una volta cominciano gli umani che entrano nella fabbrica aprendo il fuoco verso i mutanti-orchi! I due orchi all'interno cadono crivellati dai colpi, quindi gli altri si danno alla fuga disperata. Anche gli osservatori abbandonano il gioco.
Tocca ai dannati che riescono a riorganizzarsi e qui si fermano.
I miei androidi e robot avanzano verso la fabbrica costringendo un umano a buttarsi a terra per evitare il fuoco concentrato dei due tiratori.
Terzo turno, questa volta cominciano i dannati che però stanno fermi... Non vedono gente da infettare, gli umani sono dal lato opposto del tavolo.
Tocca a me che avanzo toccando l'artefatto con il mio robot “pesante”, ha peso il fucile contro le piante ma ha ancora l'arma potenziata e inoltre è il grosso della banda con il suo cattivo combattimento pari a 5! Il robot civile apre il fuoco sui dannati uccidendone uno mentre gli altri due tiratori concentrano il fuoco sull'umano caduto abbattendolo.
Gli umani cercano di uccidere il mio robot pesante senza successo, quindi porta lo specialista del corpo a corpo a contatto. Non ha abbastanza azioni per attaccarlo.
Quarto turno, tocca a me! Uccido il leader umano facendo testare due volte gli umani sopravvissuti. Quello a contatto con il mio robot pesante muore cercando la fuga mentre l'ultimo riesce a fuggire dal tavolo. Anche gli umani abbandonano il gioco. Quindi porto avanti il resto della banda per cercare di coprire la ritirata dell'artefatto.
I dannati riescono ad avanzare ma sono ancora troppo distanti.
Quinto turno, tocca a me ma riesco solamente a riunire la banda.
I dannati avanzano aprendo il fuoco e arrivando a contatto col mio robot civile.
Sesto turno, riesco a lanciare la granata al plasma che fa arretrare i dannati buttando a terra quello in corpo a corpo col mio civile.
Va peggio ai dannati che ancora non riescono a portare a casa nessun morto, inoltre il dannato a terra si alza solo per essere ributtato nella polvere dal robot civile.
Ultimo turno riesco ad uccidere il dannato a terra ed il leader. I dannati iniziano a testare scappando verso il bordo. Vinco quindi la battaglia decisiva senza nemmeno un caduto!
La Dea bendata oggi mi ha decisamente benedetto, donando alla residenza Bell una fonte d'acqua che porterà prosperità alla comunità di robot e androidi negli anni a venire!

Oppure è tutto merito dell'ultimo modello aggiunto alla banda... L'Hulk Hogan pelato fa sempre paura, a prescindere!!!