venerdì 18 ottobre 2013

Operation "Castel"

Il tenente Johannes Hunter si sistemò con calma la sua branda, il giorno era finalmente giunto. L’operazione “Castel” sarebbe iniziata ufficialmente tra qualche ora, giusto il tempo che Hunter e ai suoi uomini raggiungano le posizioni prefissate e l’attacco sarebbe partito.
Il primo tenente Hunter avrebbe guidato i veterani dell’8° armata in un attacco frontale mentre il secondo tenente Sebastian Stor avrebbe guidato le truppe fresche arrivate dall’Australia pochi giorni fa in un attacco sui fianchi delle postazioni tedesche. Ad aiutare l’avanzata c’era l’onnipresente artiglieria di Sua Maestà! Quei cannoni erano l’orgoglio di ogni uomo del Commonwealth ed il sogno di ogni bambino.
Membri delle SAS si univano ai due plotoni come supporto ma soprattutto come guide locali, la conoscenza del terreno è un vantaggio non trascurabile e ogni elemento che avrebbe aiutato nel cammino verso la vittoria finale era il ben accetto. Inoltre c’era quel piccolo affare squisitamente politico, che a Hunter come quasi tutti gli uomini dell’Impero Britannico piaceva poco ma cominciavano a comprendere sempre più.
Appoggiare a pieno i francesi occupati voleva dire aprire le porte della Francia liberata nel Commonwealth. L’epoca delle conquiste e delle occupazioni per l’Impero era finita con la fondazione del Commonwealth, e i vantaggi che questo organismo aveva portato a tutti i suoi membri era chiara e palese ad ogni suo suddito fedele. I deva con la loro saggezza avevano guidato l’Impero verso l’alba di una nuova età d’oro, se solo i tedeschi non avessero scatenato un altro conflitto in Europa… Come se gli Asura non bastassero da soli… E c’erano ancora le terre occupate dai marziani…
Inspirando profondamente si assicurò la sua fedele fiaschetta di whisky al “borsa da kilt”, gli uomini erano pronti. Salendo sul suo carrier alzo il braccio verso la compagnia dando l’ordine di avanzata.
Era ora di aprire le danze.
Abbiamo deciso di utilizzare le missioni standard presenti sul regolamento scegliendo “1” come prima perché non c’è un vero attaccante e un difensore, dalla seconda chi era in testa nella classifica era l’attaccante e chi era più in basso il difensore. Questo perché giocare il difensore è generalmente più semplice.
Abbiamo giocato con due liste tra cui scegliere prima dell’inizio della partita, appunto perché essendoci “attaccante” e “difensore” e non sapendo in quale ruolo si giocasse diventa veramente difficile fare una lista che va bene per tutto.
Io ho preferito ragionare con una lista “lenta” di regolari con dentro tutte le armi di supporto che avrebbero aiutato ed una di veterani, molto aggressiva, con ben due veicoli corazzati da ricognizione, ovvero:
Lista apple
  • 1° tenente regolare con 2° uomo (SMG)
  • Foo Fighter
  • medico regolare
  • 10 fanti regolari
  • 9 fanti regolari con 2 SMG
  • team MMG regolare
  • team Black bombard regolare
  • team sniper regolare
  • team heavy mortar regolare
  • AEC MK III regolare
  • medium artillery regolare
Lista butter
  • 2° tenente veterano con 2° uomo (SMG)
  • Foo Fighter
  • 5 Gurkhas
  • bren carrier regolare
  • 8 SAS con LMG Vickers K
  • cecchino veterano
  • AEC MK III regolare
  • M24 recce regolare
Prima partita, Maximum Attrition , contro i tedeschi di Gusma. Il tavolo aveva una bellissima rete stradale, ed essendo una missione ad uccisione ho preferito la lista butter. Devo dire che ha ripagato! Gusma ha giocato una lista con due unità di veterani (di cui una con vai panzerfaust), due di green, mortaio pesante, artiglieria, medico, 2° tenente e un’artiglieria su veicolo, o meglio un veicolo con lanciarazzi.
Ho vinto la partita dando la caccia ai green, decisamente più semplici da uccidere rispetto ai veterani, e all’artiglieria mobile grazie al mio M24 ed il suo cannone anti-tank medio (colpo sul fianco per essere sicuri) mentre Gusma è riuscito ad uccidermi solo l’osservatore del cecchino ed un Gurkha in corpo a corpo. Un bel tre a zero.
Seconda partita, Hold Until Relieved, contro i russi di Mario. C’è da dire che questa partita non è proprio semplice! Riuscire a prendere il grosso obbiettivo centrale senza avere nemici entro 3” da esso è veramente difficile. Devo dire anche che questa è stata la partita delle artiglierie!
Si perché dovendo essere sicuro di avere gente entro 3” dall’obbiettivo ho optato per la lista apple, inoltre a parte il black bombard che è morto per un tiro teso dell’artiglieria nemica, il resto ha svolto il suo compito benissimo! Abbiamo pareggiato ma a Mario ho lasciato vivi due serventi del mortaio pesante (che ha contestato l’obbiettivo) e l’accompagnatore del tenente… Con ben 666 punti distrutti su 750 e avendo perso solo il black bombard, il medico ed il Foo Fighter (in attacco suicida per distruggere il mortaio nemico che ha contestato l’obbiettivo) ho guadagnato un bel differenziale!
Devo dire che in questa partita avrei potuto far di meglio facendo avanzare il mio tenente e i sopravvissuti della squadra che tenevano l’obbiettivo all’interno dell’obbiettivo invece che dal mio lato; in questo modo avrei potuto caricare a più ondate il mortaio nemico o anche semplicemente sparargli senza penalità.
Terza partita, Point Defence, contro gli americani di Federico. Questa invece è la partita in cui l’artiglieria non ha funzionato… Ho ancora usato la lista apple, ed è stata la prima volta che ho usato il bombardamento preliminare! Ucciso sul colpo l’osservatore aereo americano mi sono tolto un sassolino nella scarpa prima ancora di “sparare un colpo”.
Finito un pareggio, con un obbiettivo conquistato su tre.
Anche qui il black bombard non ha fatto nulla perché morto sotto il primo colpo ricevuto (da parte del cecchino) e come già svelato, la sfortuna dell’artiglieria che mancava ripetutamente… Se solo fossi riuscito a distruggere qualche casa occupata sarei riuscito a conquistare e mantenere il controllo anche di un secondo obbiettivo dandomi la vittoria. Il fato mi è stato avverso ma ho comunque guadagnato un differenziale positivo per me.
Ho quindi terminato il torneo secondo, dietro a Reduz con gli americani e davanti a Pierpaolo con i francesi. Nella classifica del “miglior generale 2013” sono balzato in testa, grazie alla sfortuna di Gusma (o alla bravura di Reduz, dipende dai punti di vista). Il prossimo appuntamento è il torneo di Warhammer 40.000 e facendo i conti… per vincere in automatico devo arrivare primo o secondo, già un terzo posto dipende da chi arriva prima di me.

Morale della favola, si giocherà tutto sul tavolo del mio primo wargame! E ho già preparato la lista, devo solo “rifinirla” nel momento in cui uscirà il regolamento.