domenica 23 settembre 2012

Assalto allo spacehulk


Prima partita a Warhammer 40.000 tra me & Vincenzo che farà parte del racconto scritto a due mani tra noi due. L'antefatto è l'arrivo dello spacehulk con all'interno il segreto per ricreare i Thunder warriors nelle vicinanze della terza compagnia degli Ultramarines. Il gigantesco agglomerato di relitti spaziali è atteso anche da una forza di Cavalieri Grigi alla ricerca di antichi segreti, o forse questo è solo quanto essi credono in quanto manipolati da un'inquisizione ormai governata dalle forze del chaos.
La missione per entrambe le fazioni è di recuperare una sonda servo-teschio contenente il segreto della creazione dei Thunder warriors e il recupero di uno dei Thunder warriors originali che sopravvive in stasi da millenni. Con l'ausilio di giochi in scatola vari abbiamo ricreato l'interno della nave, gli schieramenti sono lungo il lato lungo del tavolo e gli obbiettivi sono agli estremi in camere ben distinte. Abbiamo deciso che è possibile abbattere le pareti considerandole avere corazza 10 mentre le porte si aprono al 3+. Non abbiamo seguito le tabelle di formazione delle armate, preferendo un approccio narrativo, quindi abbiamo cercato di riferirci alle liste a percentuali alla vecchia maniera.
Io ho schierato i Cavalieri (800 punti):
*Bibliotecario con mine celebrali, faro di teletrasporto e due poteri. 185Pt.
*Paladino con coppia di falcioni perfezionati e requiem d'assalto perfezionato. 70 Pt.
*Squadra da 5 terminator con un incinerator e quattro alabarde psioniche. 205 Pt.
*Squadra da 5 terminator con un cannone psionico e quattro magli demonici. 225 Pt.
*Dreadnought con multitermico. 115 Pt
Vincenzo invece ha schierato:
*Cappellano in armatura terminator. 130 Pt.
*Capitano con artiglio fulmine & requiem d'assalto, con bombe termiche. 123 Pt.
*Squadra da 10 assaltatori. Due pistole al plasma e sergente con maglio. 245 Pt.
*Squadra da 5 devastatori. Due cannoni al plasma e un requiem pesante. 155 Pt.
*Dreadnought corazzato con lanciafiamme pesante e maglio a catena con fucile termico incorporato. 145 Pt.
Gli schieramenti sono molto semplici: ognuno nella propria baia di partenza dietro il proprio Dreadnought “mamma oca”. Io opto per tenere le due squadre di terminator in attacco in profondità. A proposito i tratti dei generali sono per entrambi inutili, i miei due poteri psionici li seleziono da divinazione e mi esce sguardo scrutatore (lancio 3 dadi per le unità in riserva, che userò) e tempismo perfetto (le armi dello psionico e della sua unità ignorano le coperture) che sostituisco con preveggenza (un'unità entro 12” ripete i tiri per colpire falliti).
Primo turno di Vincenzo: divide la sue forze in due, capitano e cappellano guidano gli assaltatori verso la sonda mentre Dreadnought e devastatori si avviano verso le mie formazione.
Mio primo turno: non ho molto da fare, avanzo verso il nemico e provo a sparare ma nulla da fare.
Secondo turno di Vincenzo: continua l'avanzata verso l'obbiettivo degli assaltatori mentre i devastatori si preparano al fuoco. Il suo Dreadnought non può avanzare troppo per non coprire la visuale agli specialisti delle armi pesanti.
Mio secondo turno: arrivano i miei terminator! Piazzo la squadra con cannone e magli vicino al bibliotecario per potersi occupare del Dreadnought nemico, inoltre sfrutto il faro... La seconda squadra la piazzo vicino alla sonda e per mia fortuna devia di soli due pollici! Con il resto avanzo un pochetto mettendo in copertura il mio Dreadnought che apre il suo sul corazzato nemico senza scalfirlo minimamente. Paladino e bibliotecario invece riescono ad abbattere un devastatore con cannone al plasma.
Terzo turno di Vincenzo: mentre gli assaltatori riescono ad accedere alla sezione con la sonda, i devastatori aprono il fuoco sui miei terminator ma il cannone al plasma salta in aria portandosi con se il marine che lo imbracciava.
Mio terzo turno: avanzare e fuoco a volontà! Sul fianco sinistro (assaltatori) apro il fuoco sul cappellano che apre la colonna ma l'incinerator dev'essere stato carico ad alcool perché non ferisce nessuno, coi requiem gli faccio tre ferite che deve salvare al 2+, ecco i risultati:
Sul lato devastatori invece riesco ad abbattergli il sergente che cade in coma preservativo.
Quarto turno di Vincenzo: mentre gli assaltatori seguono il corridoio per raggiungere la sonda, capitano e cappellano li coprono sparando ai miei terminator senza però uccidere nessuno. Dall'altra parte i due devastatori sfruttano il Dreadnought per disingaggiarsi e cercare di raggiungere il Thunder warrior. Il Dreadnought apre il fuoco sul mio per poi caricarlo.
Il corpo a corpo tra i due giganti d'acciaio finisce con un double KO, entrambi i camminatori esplodono!
Mio quarto turno: sul lato assaltatori i miei terminator si lanciano verso il cappellano perdendo un compagno sotto il fuoco di “resisto e tiro”. Dall'altro lato il paladino apre la porta verso il Thunder warrior mentre i terminator si impantano tra i rottami dei due Dreadnought, il bibliotecario lascia il paladino per unirsi ai terminator il prossimo turno.
Quinto turno di Vincenzo: il capitano si unisce allo scontro con il cappellano uccidendone due, il cappellano da parte sua uccide un terzo terminator e rende il sopravvissuto a iniziativa 1. Io avrei anche attaccato per prima, ma sono riuscito solo a fargli una ferita al capitano. Avevo usato il potere psionico colpo di maglio per alzarmi la forza a 5 per cui non ho potuto friggerlo con l'arma psionica. Dall'altro lato i devastatori corrono verso il loro obbiettivo.
Mio quinto turno: il paladino raggiunge l'obbiettivo mentre i terminator corrono per la nave. Il sopravvissuto ridotto a iniziativa 1 muore sotto i colpi dei due eroi Ultramarines.
Ultimo turno di Vincenzo: non può far altro che correre con i devastatori verso il mio paladino mentre l'altro lato è completamente sotto il suo controllo.
Mio ultimo turno: i terminator corrono per i corridoi deserti mentre il paladino abbandona la sua posizione per aprire il fuoco verso i devastatori uccidendone uno e caricare il secondo.
Uccidendo facilmente l'ultimo devastatore riesce a ripiegare verso l'obbiettivo finendo lo scontro 1 a 1.
I lealisti riescono a recuperare i segreti dei protomarines ma il chaos ha messo le mani su un antico eroe.