mercoledì 2 novembre 2011

WIP old squad

Work in progress su una vecchissima squadra di space marines che sto ridipingendo.

Questi sono i miei primissimi space marines, all'epoca comprati per usarli in un altro gioco perché più facilmente reperibili. Ovvero ero andato a Milano all'ormai scomparso “Avalon” e del gioco da me cercato non avevano nulla... Quindi mi presi una scatola dei modelli più simili che avevano con l'idea di usarli al massimo in Starquest.

All'epoca, e stiamo parlando del 1992, nella scatola c'erano solo le decalcomanie degli Ultramarines. Siccome mi pareva uno spreco non usarle li ho dipinti esattamente come raffigurato sulla confezione.
In realtà poi questi modelli li ho usati pochissimo, da qui l'idea di ridipingerli per riportarli a nuova vita.

Questi due sono “intrusi” della squadra, appartengono alla seconda generazione di marines in plastica che avevo acquistato nella mia prima “scatola base” di Warhammer 40.000. Potrei anche dire la prima scatola base in italiano...

Essa era composta da due squadre identiche, che però avevo dipinto come Angeli Sanguinari. Siccome la squadra di metallo aveva il sergente identico a quello al centro della scatola base... Ho deciso di ridipingerlo come sanguinario.
Poco dopo avevo bisogno anche del lanciamissili per la squadra di devastatori.
Non volendo però menomare la squadra, e non volendo due sergenti identici, ho sostituito i modelli presi con quelli di plastica.

Questa foto invece è una comparazione tra la seconda generazione e la terza generazione di marines in plastica.

È che roba! L'elmo preferisco decisamente il vecchio, con la “cresta” più alta, il bolter invece quello della terza è molto più credibile come arma. Gli zaini dalla terza generazione hanno abbandonato lo standard in favore di piccole differenze tra loro, stesso discorso per gambe e busto.

Come schema di pittura ho utilizzato gli stessi colori del resto dell'armata di Angeli Oscuri, però ho cambiato stile riprendendo quello ormai passato di moda dei anni '80. Niente lavature o effetti che rendano realistico il modello ma bensì effetti da “cartone animato” con abbinamenti brillanti.
Ovviamente ho mantenuto anche la simbologia con l'emblema della terza compagnia sul ginocchiere destro e il grado sullo spallaccio destro, anche se ormai i gradi appartengono ad un era ormai dimentica...