venerdì 4 novembre 2011

Al’ghoul! Finalmente!!

Post scritto il 24 aprile 2011:
_________________________________


Finalmente ho terminato l’unità di ghoul desertici!

Ho provato lo stucco per interni come base per il basettone e devo dire che rende bene.
Mentre posto queste foto sto lavorando anche al basettone del reggimento di ghoul notturni ed ho montato la Bellona, prima nave estratta a sorte dalla flottiglia svedese che devo dipingere.
Per chi non lo sapesse:
L’antica Roma dava grandissima considerazione alla sua Dea della guerra, Bellona.
Spesso descritta come l’ombra femminile di Marte, essa era molto di più, poiché il suo regno abbracciava tutti gli aspetti del conflitto, quelli diplomatici e quelli militari.
Perfino il suo nome mostra la sua importanza poiché in latino bellum significa guerra, dal nome di questa Dea.
Nel tempio di Bellona, che aveva serpi per capelli e teneva in mano una frusta insanguinata, i romani cominciavano e finivano le loro campagne militari.
Davanti al tempio un sacerdote dava inizio a una guerra alzando una lancia cerimoniale e vibrandola in una zona di terreno che simboleggiava il territorio nemico.
Al termine della guerra era ancora nel tempio di Bellona che il senato decideva quale ricompensa dare ai generali vittoriosi.
Sia in tempo di guerra che di pace il senato riceveva gli ambasciatori dei paesi in conflitto con Roma nello stesso suo tempio.
Quando iniziò l’assimilazione delle divinità romane con quelle dei paesi conquistati, Bellona venne identificata con la dea della Cappadocia Mah, una forma tardiva della sumera Mami.
Entrambe rappresentavano il conflitto armato necessario per difendere il diritto al governo e negli ultimi tempi dell’impero romano la Dea venne chiamata Mah-Bellona.