domenica 17 giugno 2018

Inseguendo il messaggero


Terza giornata della campagna di Massive Darkness, questa volta il nostro gruppo sta inseguendo un goblin messaggero che porta con se un artefatto (diviso in tre aree). Andrea con il suo tank lo recupererà (quando il team avrà recuperato le tre parti) e dovrà fuggire da due mostri erranti che arriveranno al momento opportuno (l'exit è a destra e solo Andrea dovrà uscire).


Tra i gruppi più ostici ci sono sempre i lucertoloidi con cerbottana.


Questo il momento con più modelli sul campo, ben quattro gruppi di guardiani che abbiamo comunque distrutto in due turni.


Il mostro errante più ostico, il golem di carne con pure una carta difensiva che si rigenera metà delle ferite subite, ucciso anche lui grazie ad una saggia preparazione tattica.


Il mostro paurissima, un demone che lanciava praticamente tutti i dadi tranne uno o due... L'abbiamo ucciso giusto perché ci ha raggiunti perché il piano prevedeva di ignorarlo.


Ecco i due mostri erranti fuorisciti dai nascondigli quando abbiamo sbloccato l'artefatto. Sebbene ci siamo separati li abbiamo uccisi (giusto al pelo).




Eccoci alla fuga con il ricco bottino nonostante sul tavolo ci fosse un troll (mostro errante) che ci inseguiva, corri Forest!!


Ecco quindi la mia scheda e l'equipaggiamento praticamente già pronto per la prossima avventura.



E quello che ho da vendere (so già che butterò via molto).


Abbiamo deciso che la prossima sarà l'ultima giornata di questa campagna perché siamo già belli potenti e alla fine della prossima sicuramente giocheremo partendo direttamente dal 5° livello (tipicamente le campagne sono da cinque giornate), per questo motivo dovremo pensare un po' su che modifiche apportare per rendere più longeva una campagna.

sabato 9 giugno 2018

La vita e la non morte


Partita a 2000 punti a Kings of War contro le forze della natura di Andrea.


Io ho schierato:
  • lich con bane chant
  • necromante con bane chant
  • necromante
  • re revenant
  • porta stendardo
  • catapulta
  • reggimento di cavalleria
  • reggimento di mummie
  • due orde di revenant con ratti non morti
  • orda di lancieri con ratti non morti
  • unità di arcieri
  • legione di zombi con ratti non morti
  • reggimento di lupi mannari

A memoria, ovvero senza gli oggetti magici, Andrea invece ha schierato:
  • druido
  • uomo albero
  • pegaso
  • due orde di naiadi
  • due orde di centauri
  • orda di cavalca wyrm
  • reggimento di elementali del fuoco
  • reggimento di elementali della terra

Tiriamo la missione e dobbiamo conquistare sei obbiettivi (unità entro 3” e nessun nemico entro 3”), chi ne ha di più al sesto turno vince.


Io schiero (da sinistra a destra): cavalleria, zombi con dietro i due necromanti ed il portastendardo, lancieri, arcieri e catapulta sul colle, le due orde di revenant con in mezzo le mummie ed infine in dietro ci sono il lich, il re revenant ed i luponi.
Andrea invece ha schierato: centauri, elementali del fuoco, uomo albero, naidi, elementali della terra con dietro il druido, naidi, centauri e per finire i cavalca wyrm con dietro il pegaso.


Primo turno: c'è poco da affare: avanzare! Anche se io avanzo proprio quasi nulla.


Secondo turno: i due schieramenti avanzano ancora lentamente, nessuno vuole caricare per primo ma ormai ci siamo.


Terzo turno: mentre le naidi si scontrano con le mie orde scheletriche senza troppo impegno la mia cavalleria prende sul fianco i centauri fermi di fronte al muro di zombi triturandoli.


Quarto turno: l'uomo albero e gli elementali del fuoco smontano la mia cavalleria ma le mie mummie supportate dai revenant uccidono la seconda orda di centauri (manca l'esplosione nella foto) mentre i suoi cavalca wyrm fanno fuggire dal campo i miei luponi.


Quinto turno: entrambe le orde di neidi supportate sul fianco dai reggimenti di elementali distruggono le mie orde che le fronteggiavano mentre io riesco a distruggere solo il pegaso (manca l'esplosione nella foto). Ormai è chiaro che Andrea abbia vinto ma giochiamo comunque l'ultimo turno.


Ultimo turno: nel quale nessuno dei due conclude un'azione incisiva per cui finiamo tre obbiettivi per Andrea a uno per me.



Il lich che guidava la forza di risposta all'invasione delle forze druidiche osservava da lontano gli uomini pesce montare il loro campo vicino alla riva, si voltò verso il re revenant che lo accompagnava fedelmente fin da quando lo uccise molti decenni or sono.
<Non ti preoccupare amico, lascia che si riposino e credano di aver guadagnato terreno.>
Le vecchie ossa del revenant sembravano fremere ma nessun suono venne emesso dall'antico guerriero.
<Può sembrare che oggi noi abbiamo perso qualche osso sul campo di battaglia, ma in realtà sono stati loro a regalarci quegli splendidi centauri! E poi gli elementali non lasciano cadaveri dietro di loro...>
Alle spalle del sinistro duo si fermarono le orde di guerrieri che indossavano molti colori logorati dalle molte battaglie, tra di loro la legione di zombi risaltava per i nuovi compagni molto più alti e ricoperti da ferite fresche di giornata.
L'armata a difesa del regno era cresciuta ancora un po' anche oggi.

martedì 5 giugno 2018

Fallen Mighty lord of Khorne


Ecco terminato il mio “Fallen” Mighty lord of Khorne!


Ho vinto questo modello allo speedy paint contest del TING dell'anno scorso e mi sono ripromesso di dipingerlo prima del prossimo TING ed ecco fatto.
Montandolo mi sono accorto che manca un pezzo, essendo stato ritagliato dalla sprue della vecchia scatola base di Age of Sigmar molto probabilmente è rimasto da qualche parte, e così ho dovuto ricostruire il piede e lo stinco sinistro... E si vede, in senso negativo, che è opera mia.


Comunque sia, il modello in teoria doveva essere montato su una basetta tonda ma ho preferito staccarlo dal suo mastino infernale sostituendo la catena che lo legava al guinzaglio con uno scudo.
Ho tolto la panoplia dietro la testa, troppo grande e a mio parere molto scomoda. Ultima modifica la testa scheletrica, omaggio della Puppets War, al posto dell'elmo scheletrico.


In realtà mentre il mantello e l'ascia del modello sono sublimi, trovo che l'armatura sembra addirittura gonfiata con tutto la mano sinistra più simile ad un arto di una creatura insettoide piuttosto che ad uno umano, mi ricorda parecchio le braccia dell'umber hulk di D&D.





Ho deciso di dipingere l'armatura nera con sfumature rosse, come se la vernice rossa fosse svanita da tempo. Il mantello richiama i colori della mia armata non morta così come lo scudo.
Il mastino infernale può sembrare poco “non morto” ma è comunque il famiglio demoniaco del condottiero ormai “caduto” di fronte al potere della non morte per cui ho preferito dipingerlo di toni rossi con vari passaggi di pennello asciutto per farne risaltare la muscolatura.




Sono quasi tentato di prenderne altri per farne mastini cacciatori di non morti da usare in Konflikt '47...


Prossimo progetto gli ultimi eroi dal kickstarter del gioco in scatola di Conan.

domenica 3 giugno 2018

Partita di prova a Tombstone


Grazie ad Alain sono finamente riuscito a provare Tombstone! Questo regolamento western si basa su un sistema di attivazione molto particolare per cui prima di prendermi modelli a tema volevo provarlo almeno una volta, e si, mi prenderò una banda!
Andando con ordine, purtroppo la strana attivazione non mi aiuta nel report per cui farò una foto ad ogni “fine fase” ovvero dopo una fase di fuoco o quando il nemico reagisce con successo per cui se l'azione non vi sembra simmetrica, è perché non lo è!

La mia banda di “donne della legge” da sinistra a destra:


  • sceriffo con fucile e sciabola da cavalleria
  • vice con fucile e coltello
  • donna di legge con sei colpi
  • guardia cittadina con fucile a pompa
  • guardia cittadina con due sei colpi

Alain invece ha giocato i messicani, a memori:
  • Leader con pezzo grosso e ascia
  • vice con fucile
  • vice con due pezzi grossi
  • messicano con sei colpi

Tiriamo a caso la missione e dobbiamo catturare un membro della banda avversaria dopo averlo messo fuori gioco, ovvero portarlo fuori dal campo. Non avendo elementi scenici prettamente wester optiamo per un campo “naturale” con boschi e rocce. I modelli vengono piazzati uno alla volta dal nemico (oltre 4” dai bordi e 8” dai nemici) e tu poi spostare dal punto di partenza di 4” prima di piazzare il prossimo nemico, quindi uno schieramento molto aperto e quasi casuale non sapendo quali saranno gli obiettivi!
Nella foto partendo da sinistra intravedete la mia vice dietro i due alberi rossi, sotto c'è il leader messicano. Dietro l'ansa del fiume c'è la mia donna di legge mentre dietro il bosco centrale c'è la mia guardia cittadina con due pistole. I messicani sono in alto e da sinistra a destra sono il vice con fucile, il messicano con pezzo grosso ed il secondo vice con due pezzi grossi. In basso c'è la mia leader e la seconda guardia cittadina, quella con il fucile a pompa.


Gli obbiettivi sono il leader messicano e la mia donna di legge! Entrambi non così lontani dal bordo ma non così vicini a gente che può trasportarli fuori del campo.
Mia l'iniziativa per cui avanzo con tutta la banda in direzione del leader messicano e dichiaro fuoco sparando con tutte tranne la donna di legge che era troppo distante, aimè riesco solo a stordirlo.


Mentre il leader messicano cerca la fuga i suoi si avvicinano alle mie fanciulle ferendo la mia guardia sul colle centrale.


Mentre la mia vice ricarica il fucile le altre fanciule aprono il fuoco sui messicani ferendo il messicano e stordendo il vice con due pezzi grossi.


Il leader messicano si sposta ancora per sparare meglio e riesce a ferirmi la mia vice.


Quindi me la carica con un nulla di fatto.


Lo contro carico con la mia donna di legge cercando di sommergerlo di attacchi e riesco quanto meno a stordirlo.


Lo scontro si fa più serrato e riesco a mantenerlo stordito e anche a ferirlo!


I messicani sul colle mi feriscono la mia guardia cittadina.


Apro il fuoco sui messicani sul colle uccidendo il messicano con la pistola mentre la mia vice mette fuori gioco il leader messicano.


Ma la vendetta dei due vice si abbatte terribile sulla mia guardia sul colle e sulla mia vice mettendole entrambe fuori gioco...


Non ho fatto l'ultima foto perché l'ultima attivazione che mi ha dato la vittoria è semplicemente la mia donna di legge che con un singolo movimento porta fuori campo il leader messicano arrestandolo!


Ok, la prima partita conferma tutte le buone impressioni date dalla lettura del regolamento! Ovviamente chiama parecchio il gioco a campagna per permettere ai modelli di crescere e guadagnare abilità, è molto difficile uccidere sul colpo un modello ma almeno il meccanismo “ferito”/”fuori gioco” funziona molto bene.
Decisamente devo prendermi dei modelli western e lavorare per degli elementi scenici adatti.

domenica 20 maggio 2018

Stregoni e mercenari


Terminato un altro gruppo di eroi/leader di Conan!


Cominciamo con i guerrieri partirei da Olgerd Vladislav, rispetto all'illustrazione ho preferito giocare un po' con i toni marroni. Le vesti nell'illustrazione sono damascate ma viste le molte pieghe dei panni ho preferito andare sul sicuro dipingendo tutto tinta unita.




Taurus ha tutta l'aria di un pirata, anche qui rispetto all'illustrazione ho semplificato non dipingendo di un colore separato la stoffa davanti ai pantaloni.




Hadrathus è il mago del gruppo di eroi di Conan, sebbene l'illustrazione presenti una tunica molto interessante ho prefito prendere spunto da qualcos'altro (a caso) dipingendolo di marrone.




Per controbilanciare Pelias l'ho dipinto di bianco! La sua palla di fuoco l'ho dipinta usando solamente l'inchiostro verde ed il bianco, avevo provato a far lo stesso con Hadrathus ma col rosso con brutti risultati... Il fuoco finale risultava rosa per cui l'ho ridipinto con il rosso puro.




L'ultimo è chiamato semplicemente Stregone. Il suo abbigliamento è quello più strano di tutti i modelli del gioco e sebbene nell'illustrazione risulti molto interessante, dal vivo lo è molto di meno.
Ho cercato di scurire il più possibile i triangoli al lato della veste ma in foto si vedono pochissimo.




Prossimo progetto il campione di Khorne che ho vinto al contest di pittura del TING dell'anno scorso.