domenica 15 luglio 2018

Il troll immortale


Ci siamo trovati per giocare l'ultima missione della campagna di Massive Darkness ma la missione prevede una corsa contro il tempo per raggiungere l'ultima parte del dungeon per uccidere un mostro/boss prima che le varie sezioni collassino su loro stesse.


Ok sulla carta è facile e avendo già tutti l'equipaggiamento definitivo o quasi corriamo dal boss finale e nonostante compaia un mostro errante li uccidiamo entrambi e con calma usciamo dal dungeon.


Decidiamo quindi di giocarci comunque la quinta missione, quella conclusiva della campagna, in quanto anche in questo caso l'equipaggiamento è ormai definitivo per cui anche se si tratta di una corsa contro il tempo possiamo gestirla. Un troll immortale non deve abbandonare i sotteranei e l'unico modo per liberarci di lui è di trovare dei fuoci d'artificio per attirarlo sul ponte prima di tagliarne i tiranti e farlo cadere nel vuoto.


Unico punto di interesse è la libreria dove i goblin costudiscono ben tre fuochi d'artificio, arriviamo a picchiarli giusto in tempo per essere raggiunti da un rex dei lucertoloidi.


Anche qui la missione procede con calma e gli ultimi tre turni li passiamo occupandoci degli eventi o rimanendo completamente fermi fino a quando riusciamo ad attirare nella trappola il troll e farlo cadere nell'abisso con Andrea Massei, che gioca il mago, in modalità “tu non passerai”.


Campagna terminata in tutto e per tutto!
A settembre meditiamo di ricominciare ma se sarà ancora Massive Darkness apporteremo modifiche per renderlo più difficile o quanto meno lento.




Heroes of Normandie, prima partita con il Commonwealth


Ieri sera ho finalmente giocato la mia prima partita “libera” a Heroes of Normandie con i miei inglesi (che ho appena preso...) giocando a 500 punti contro i tedeschi di Pier.
All'inizio pensavo di fare un classico report alla partita perchè HoN è in tutto e per tutto un wargame solo che usa token al posto di modelli, il che lo rende molto comodo nel trasporto e nella colorazione.
Battute a parte, per la prima partita avevo pensato a due plotoni con un paio di veicoli (uno pesante ed uno leggero) come supporto.


Primo problema: per fare un report decente mi serve la lista dell'avversario e l'unico modo è che anche lui abbia preparato un'immagine come questa usando il buldier ufficiale...
Secondo problema: giocando di sera ho problemi a verificare che le foto siano esattamente a fuoco, come questa foto dello schieramento.


Ultimo, ma non per importanza: non si distinguono le unità... le scritte sono veramente piccole (nella foto) e sperare di riconoscerle dal disegno è fuori discussione.



Per questo motivo la prossima volta cercherò di fare delle foto solo ai momenti salienti, come in altri boardgame... Comunque sia la prima partita è stata caratterizzata da ottime carte ma da tiri di dado incredibilmente brutti tranne al penultimo turno quando ormai era chiara la disfatta.


Per la prossima partita dovrò sicuramente studiare il mazzo di carte, usarle tutte è effettivamente un suicidio... sono troppe ed il rischio di avere una mano non utile è troppo alto.
Cercherò di avere anche la lista dell'avversario altrimenti non saprò come riferirla...
Detto questo, il gioco merita sempre tantissimo!


sabato 14 luglio 2018

SD Gundam BB - RX-78-2 Gundam - WIP 2


Eccomi al secondo WIP del mio primo Gunpla!
In realtà non è il lavoro di un giorno, ma questa settimana è stata abbastanza pesantina dal punto di vista lavorativo per cui condenso l'ultima settimana in questo post.
Per prima cosa ho stuccato tutte le fessure ed i buchi presenti nel modello, le fessure sono delle mancanze tra i pezzi che non combaciano perfettamente mente i buchi sono delle mancanze complete nel retro dei pezzi per mantenerli leggeri ma anche non molto visibili. Ecco la testa come esempio.


Ovviamente poi ho dovuto lavorare di lima e di carta vetrata per abbassare le differenze tra la plastica e lo stucco, sempre la testa come esempio non ancora carteggiata completamente.


Dopo aver coperto le parti in gomma che non dovrò dipingere, tutto è pronto per l'aerografo.


Prima mano, primer nero.


Spada, fuciel e backpack li lascerò completamente neri per cui questi tre pezzi dovranno aspettare il lavoro a pennello.


Il resto, una bella mano di verde scuro!


Adesso aspetto che si asciughi completamente prima di cominciare a mascherare le parti che rimarrannò verde scuro per poi passare agli altri due colori ad aerografo (verde chiaro e verde-marroncino).

domenica 8 luglio 2018

Provato Frostgrave


Prima partita a Frostgrave per testarlo prima della campagna che giocheremo al TING questo settembre.


Io ho scelto di giocare un incantatore (enchanter), il cardinale Duran.
Ecco il mio grimorio:
  • Control construct
  • Enchant armour
  • Strength
  • Elemental Bolt
  • Absorb Knowledge
  • Familiar
  • Combat awareness
  • Heal

La mia banda prevedeva:
  • apprendista (custode dell'arte)
  • balestriere
  • 2 uomini d'arme
  • cacciatore di tesori
  • mastino da guerra

Contro di me ha giocato Fusto che ha schierato (oltre al mago elementalista):
  • apprendista
  • 1 templare
  • 3 fanti

La missione prevede di recuperare informazioni da dieci corpi a terra, uno di questi contiene delle note sul golem da portare fuori campo.


Vinco lo schieramento e a destra metto l'apprendista con la cacciatrice di tesori ed il balestriere, a sinistra il resto. Fusto mi “copia” posizionando a sinistra il mago con il templare ed un fante mentre a destra l'apprendista con gli altri fanti. Pre-partita lancio con successo due “famigli”, sia il cardinale che il custode avrenno due punti ferita extra!


Primo turno, iniziativa mia.
Fase del mio mago: avanzo con tutto e provo a migliorare l'armatura di un uomo d'armi senza successo, in compenso il mio uomo d'armi trova la nota sul golem al primissimo colpo! Che gran colpo...


Fase del mago di Fusto: avanza anche lui e riesce a lanciare leap sul templare che balza molto avanti sul campo. Il suo fante trova un tesoro.


Fase del mio apprendista: avanzo con tutto e mentre la mia cacciatrice di tesori raggiunge il suo obbiettivo, il mio custode le fortifica l'armatura.


Fase dell'apprendista di Fusto: anche lui avanza e sebbene un suo fante trova un secondo tesoro il suo apprendista evoca un muro di nebbia per proteggersi il fianco.


Secondo turno, sempre mia l'iniziativa.
Fasi dei maghi: entrambi avanziamo verso nuovi tesori mentre quelli presi vengono spostati verso il bordo del tavolo dai rispettivi soldati.
Mia fase dell'apprendista: mentre il custode sale sul primo piano delle rovine, il balestriere si apposta ad una finestra da dove vede il templare e lo impala con un colpo a tradimento (critico e 24 danni!).


Fade dell'apprendista di Fusto: anche l'ultimo suo fante raccoglie un tesoro! Praticamente tutti i suoi fanti stanno trasportando una cassa ma almeno uno riesce ad uscire con il malloppo.


Mia fase dei soldati: il mio uomo d'armi trova un sopravvissuto che si unisce alla mia banda.
Fase dei soldati di Fusto: i fanti con i tesori si incamminano tutti verso l'uscita dal campo.
Ultimo turno, iniziativa di Fusto.
Fase del mago di Fusto: Fusto inizia una ritirata generale perché a fine turno il mio uomo d'arme con la nota uscirà dal campo terminando la partita.


Mia fase del mago: raggiungo una cassa e trovo l'ultimo tesoro, le altre due contengono sicuramente due zombi! Anche qui che fortuna sfacciata.


Fase dell'apprendista di Fusto: continua la ritirata ma non riesce a spostare il suo fante con leap.
Mia fase dell'apprendista: questa volta è il mio apprendista che lancia un fulmine energetico sul fante nemico quasi friggendolo (9 danni su 10 punti ferita).
Fase dei soldati di Fusto: nulla da fare, a parte il primo fante nessun altro riesce ad abbandonare il campo in tempo utile.


Mia fase dei soldati: esco dal campo sia con la cacciatrice di tesori che con l'uomo d'armi con la nota.
Post-partita Fusto fa 100 px (50 per il tesoro più 5 incantesimi) contro i miei 200 px (50 per il tesoro, 30 per la nota, 60 per gli incantesimi più altri 60 per Absorb Knowledge), lui trova 20 monete ed un pugnale +2 danni mentre io 20 monete ed un pugnakle +1 danno.
Quindi in questa partita di prova lui fa un livello contro i miei due ed entrambi possiamo prenderci tre o quattro nuovi soldati per ampliare la propria banda, o almeno due “grossi” per non riempire immediatamente il rooster.
Per completare la fase post-partita il templare di Fusto salterà la prossima partita ma è sopravvissuto alla quadrellata del mio balestriere.


Ok, adesso non vedo l'ora di giocarmi la mini campagna al TING!

domenica 1 luglio 2018

Numquam Dimitte


Numquam Dimitte è il motto della “Guarda de assalto”, nome portoghese di questo corpo speciale della fazione PanOceania; mentre in italiano si comprende facilmente il significato del nome, il motto è in latino e si può tradurre come “non permettere mai”.


Questo modello l'ho comprato un paio d'anni or sono ad un bring & buy perché mi si è sempre piaciuto, o meglio ho sempre amato sia le armature che i droidi di PanOceania e questo modello li ha entrambi.
Pensavo di dipingerlo per il contest di pittura associativo ma essendo saltato me lo sono dipinto quest'oggi con la stessa idea di finirlo in una giornata.






Questo modello nelle foto dimostratite è dipinto in un tema bianco e verde ma non volendo farne una versione boschiva ho optato per il nero tattico e quelle poche parti di stoffa riprendono il tema cittadino con un camo di bianco e grigi che forse un po' si perde nel modello ma che comunque mi soddisfa parecchio.
L'arma dipinta di bianco è ispirata alle armi rosse del controllo qualitàd i WestWorld, questo è un membro di una forza speciale perciò il bianco come dichiarazione di armato e pericolo mi è sembrato più appropriato del rosso.
I simboli, a sinistra PanO e a destra il simbolo del suo corpo, sono dipinti a mano,



Il droide l'ho dipinto per primo e la sua semplicità, rispetto alla guardia, si presta di più a colorazioni diverse per far risaltare di più le sue forme.
A destra invece che rifare il simbolo del corpo, ho dipinto la sua sigla di riconoscimento K7 che è un “vecchio” slag francese per le cassette musicali (K7, cassette).



L'ultima foto è una comparativa in confronto con Last Saga (a sinistra) e Warpath (a destra).


Ok, adesso posso concentrarmi in tutto e per tutto sul Gundam.

sabato 30 giugno 2018

SD Gundam BB - RX-78-2 Gundam - WIP 1


Da molto tempo meditavo di prendermi un Gunpla, un modellino di Gundam per chi non lo sapesse, ma non mi sono mai deciso soprattutto perché ho sempre altro da dipingere...
Però la svolta è arrivata grazie a Sara & Riccardo che mi hanno regalato un Gundam Superdeformer, ovvero un Gunpla con la testa più grande del normale con lo scopo di essere un modello più carino, ed è proprio l'RX-78-2 Gundam, ovvero il protagonista del primissimo manga che ha dato inizo alla saga che porta il suo nome in codice!

Aperto il kit e studiate le istruzioni ho deciso che l'avrei montato a pezzi per poi dipingerlo con uno schema mimetico forestale.




Lavate bene tutte le sprue oggi ho cominciato a montare la testa, deciso a montarmi un pezzo alla volta prendendomi tutto il tempo necessario.



E niente... la cosa mi è sfuggita di mano...




No tranquilli, tutti i pezzi sono staccabili!


Prossimo passo: stucco! Molte parti non si congiungono perfettamente ma è questione di decimi di millimetro. Le due parti più grandi dove manca materiale sono gli alloggiamenti delle due spade sulle spalle, mentre sul retro il pezzo è perfetto sul fronte è completamente cavo... e si vede.

Se vi chiedete che fine ha fatto la guardia d'assalto è solo che l'avevo lasciato in stand-by per dipingerlo al contest di pittura veloce associativo, peccato che il contest sia saltato... Quindi me lo finirò mentre continuerò a lavorare sul Gundam.

domenica 24 giugno 2018

L'ultimo gruppo di eroi


E con questo gruppo ho terminato di dipingere gli eroi di Conan e mi mancano solo due leader per aver finito anche quelli!


Cominciamo da Bêlit nella versione “savage”. Posa decisamente più aggressiva e coperta il doppio rispetto alla versione normale. Nonostante tutto ho fatto una fatica incredibile a dipingerli gli occhi e soprattutto in foto si vede che non sono allineati.



N’Gora è il capo delle guardie del corpo di Bêlit per cui per lui ho adottato lo stesso schema di colore del resto dei guerrieri che accompagnano la regina dei pirati.



Il cacciatore di streghe Ageera ha un'armamento molto particolare con un corno legato all'avambraccio destro ed uno scudo a forma di maschera tribale. Per la sua veste ho scelto il rosso accesso per dargli risalto e per lo stesso motivo i suoi monili sono gialli per aumentare il contrasto e spiccare sul modello.



Pallantides è forse uno dei pochissimi modelli in armatura completa.
Ha una posa stranissima dalla quale risalta centrale lo scudo e lo strano elmo che porta. Il mantello l'ho dipinto di blu per potersi collegare a “Conan il re” come guardia del corpo o compagno fedele, il resto è metallo e cuoio per cui i colori si sono scelti da soli.



L'ultimo modello è Shevatas il ladro che accompa Conan nelle sue scorribande. Il suo gonnellino è di un rosso scuro, giusto per dare un tono di colore ma senza risaltare troppo, i ladri preferiscono non spiccare tra la folla.



Prossimo progetto la guardia d'assalto dei PanO di Infinity, un modello che mi son preso quasi tre anni or sono e che finalemente è giunto il momento di dipingere!